deit
Home » Varie » Formazione professionale duale

Formazione professionale duale

Formazione dualeOttico o meccanico ciclista, chi vuole imparare il suo mestiere dalla gavetta, porta a termine una formazione nel cosiddetto “sistema duale”. Significa che l’azienda formativa (Ausbildungsbetrieb) e l’istituzione scolastico-formativa (Berufsschule) aiutano la persona ad acquisire le abilità nella professione prescelta e a superare con successo l’esame di artigiano (Gesellenprüfung). Nel periodo di formazione, che dura in media 3 anni, non vengono solo trasmessi i fondamenti contenutistici e tecnici ma, contemporaneamente, è offerta anche la cornice necessaria allo sviluppo della propria personalità che comprende capacità comunicative, il saper lavorare in squadra, l’essere in grado di risolvere i propri problemi, doti di creatività e responsabilità nonché di flessibilità e tolleranza. Qualità, queste, che, accanto alle competenze e abilità tecniche, avranno un peso determinante, più avanti, per il proprio successo professionale.

Uniformità delle figure professionali su tutto il territorio federale

Il contratto di formazione (*) è stipulato sulla base di un regolamento della formazione (Ausbildungsordnung) valido su tutto il territorio federale. Una prima buona panoramica sui settori d’attività delle diverse professioni artigianali e sullo svolgimento della formazione è data dai singoli regolamenti di formazione professionale (**). Essi sono approvati dal legislatore, vengono regolarmente aggiornati e stabiliscono quello che si deve aver appreso per superare l’esame finale. In nuovi settori professionali nascono regolarmente anche nuovi regolamenti della formazione (***) e nuove attività che prevedono una formazione professionale come, per esempio, fotografo/a professionista specializzato/a in nuove tecnologie (Fotomedienfachmann/-frau) o gelatiere/a.
(* Per un contratto di formazione in forma digitale vedi: www.handwerk-nrw.de ** Tutti i regolamenti della formazione per le singole professioni, compresi i programmi quadro dell’insegnamento e le informazioni specifiche, si trovano in internet alle pagine: www.bibb.dewww.bmwi.de,www.berufenet.dewww.bmbf.de *** Nascono nuove figure professionali:www.bibb.de/pub/ausbildungsordnungen)

I due luoghi dell’apprendimento della formazione duale

1. In azienda – Fondamento dell’istruzione in azienda è il contratto di formazione che viene stipulato tra l’apprendista (Auszubildende) – per i minorenni con la firma dei rappresentanti legali – e l’azienda di formazione (Ausbildungsbetrieb). Del contratto fa parte il programma di formazione. Qui sono fissati i contenuti a fronte dei quali l’azienda organizza la formazione. Che si svolga in un cantiere, in un atelier o anche in un negozio o in un’officina, la parte pratica della formazione è parte direttamente integrante dei processi di lavoro reali. In questo modo, gli apprendisti imparano fin dall’inizio come funziona un’azienda e applicano direttamente nella pratica le nozioni apprese. La parte pratica in azienda viene integrata da corsi formativi sovraziendali. Si tratta qui di laboratori moderni che vengono gestiti dalle organizzazioni degli artigiani. La ragione di questa formazione sovraziendale (“überbetriebliche Ausbildung”, detta anche ÜLU): molte aziende non dispongono delle attrezzature tecniche più moderne e non possono trasmettere tutti i contenuti prescritti dal regolamento di formazione.

2. Nell’istituzione scolastico-formativa - Uno o due giorni la settimana o in blocchi settimanali – dipende dall’anno di tirocinio e dal mestiere – la formazione si svolge nella scuola professionale. Qui il programma didattico-formativo (*) stabilisce, per esempio, quali materie si devono insegnare in quale anno di apprendistato oppure quello che un apprendista deve imparare a scuola per il mestiere specifico. Accanto alle competenze tecniche specifiche della professione (ca. 2/3) sono richieste anche competenze di cultura generale quali tedesco, politica, religione e sport. Con questo si vuole promuovere il conseguimento di capacità d’interazione professionale.
(* la pagina www.bildungsserver.de offre un’ampia panoramica)

L’azienda che effettua la formazione è tenuta ad esortare gli apprendisti a frequentare l’insegnamento presso la scuola professionale e a lasciarli liberi per questo tempo. Le ore d’insegnamento verranno conteggiate come orario di lavoro. A conclusione di ogni singolo anno scolastico gli apprendisti ricevono un certificato nel quale si attesta se i criteri del rendimento sono stati soddisfatti.
Il certificato della scuola professionale (Berufsschulabschluss) si ottiene separatamente dal diploma professionale (esame di artigiano, esame finale). In aggiunta, se si possiedono i requisiti necessari, se l’azienda lo approva e se si frequentano le materie aggiuntive richieste per il diploma di maturità professionale (Fachhochschulreife), presso l’istituzione scolastico-formativa è possibile conseguire il diploma di maturità professionale. Informazioni più dettagliate si possono richiedere anche ai docenti specializzati.

Durata della formazione – Va da 2 a 3 anni e mezzo, secondo la professione. Percorso abbreviato: in accordo con l’azienda, nel caso in cui si sia frequentato un anno di corso di base professionale (Berufsgrundschuljahr) o il biennio di una scuola professionale specializzata a tempo pieno (Berufsfachschule) oppure se si possiede un diploma di un istituto tecnico (Fachoberschulreife), di maturità professionale (Fachhochschulreife) o di maturità liceale (Abitur) oppure se si è completata con successo una formazione professionale.
Un prolungamento della durata di formazione può avvenire se vi sono consistenti carenze formative per lunghi periodi di assenza, per esempio per malattia, quando non si sono potuti apprendere importanti contenuti della formazione. Il prolungamento della durata del corso di formazione può anche verificarsi quando non si supera l’esame di artigiano o l’esame finale. I centri di consulenza per la formazione delle Camere dell’artigianato offrono informazioni più dettagliate sul percorso abbreviato, sul prolungamento o anche sulla possibilità di corsi di formazione a tempo parziale.

Professioni con formazione in un biennio – Alcune professioni che prevedono una formazione riconosciuta sono strutturate in modo tale che l’esame di licenza è previsto già dopo due anni di corso. Dopo questo esame vi sono altre possibilità di continuare a studiare, di ottenere ulteriori diplomi o di raggiungere una miglior qualificazione attraverso corsi di specializzazione. Per informazioni dettagliate sui percorsi di formazione biennali e su quello che c’è da sapere: www.bibb.de oppurewww.jaau.nrw.de.

Estero – In accordo con l’azienda preposta alla formazione, è possibile assolvere all’estero fino ad un quarto del corso di formazione. Di più sull’estero, informazioni sul diploma integrativo “Europa-Assistent” (*) si trovano in: www.letsgo-azubi.de,www.europass-berufsbildung.de,www.ausbildung-plus.de oppurewww.handfest-online.de.
(* Già durante il corso di formazione si migliorano le proprie conoscenze linguistiche in inglese e un’altra lingua straniera, si compie uno stage di più settimane all’estero, si impara a conoscere il diritto europeo sulle merci e l’economia, si fa un allenamento interculturale e si riceve l’insegnamento di geografia regionale ed europea)

Link sulla formazione:
www.handwerk-nrw.de – Nel menu “Aus – und Weiterbildung” (Formazione e specializzazione): Elenco di tutte le professioni e i mestieri artigianali che prevedono una formazione riconosciuta; esame intermedio, di artigiano o di licenza; possibilità di incentivi e sovvenzioni, sostegni economici complementari e sussidi alla formazione professionale; praticantati; banche dati per posti di apprendistato.
www.zdh.de – Servizio online dell’associazione centrale dell’artigianato tedesco con collegamenti, informazioni e dettagli sull’artigianato.
www.berufenet.de – Portale dell’Agenzia federale del lavoro con tutto quello che ha a che fare con il mondo della formazione e della professione. Aggiornato, comprensibile e con molteplici servizi interattivi per l’avvio al tipo di formazione appropriato.
www.bibb.de – L’Istituto federale per la formazione professionale non solo mette a disposizione una serie di informazioni e approfondimenti sull’inserimento nel mondo del lavoro, ma pubblica, nello stesso tempo, uno schema delle retribuzioni medie corrisposte durante la formazione. E alla pagina www.bibb.de/de/26171.htm, si possono trovare, per ogni professione, il relativo regolamento della formazione, i programmi quadro dell’insegnamento e molte altre cose da sapere sulla formazione.

Altri indirizzi che possono essere d’aiuto nella scelta del mestiere e che servono a chiarirsi le idee: www.handfest-online.de,www.azubi-tv.dewww.lehrstellen.org,www.letsgo-azubi.de,www.handwerkskammer.de,www.teamhandwerk.de,www.berufsinfo.orgwww.machs-richtig.dewww.arbeitsagentur.de,www.berufswahl.de,www.bmbf.de/de/550.php,www.jaau.nrw.dewww.morgen-meister.dewww.berufe-universum.de

L’artigianato in 25 lingue – Download:www.handwerk-nrw.de

Indirizzi e iniziative
Integrazione in Germania – Piattaforma centrale informativa sul problema dell’integrazione in Germania con esaustive informazioni, contatti e consultori e un servizio diretto per i cittadini:www.integration-in-deutschland.de.
www.politische-bildung.nrw.de,www.mgffi.nrw.dewww.good-practice.de/32.phpwww.bmi.bund.de,www.cimonline.dewww.auswaertiges-amt.dewww.intqua.de,www.bundesregierung.de (immettere come termine di ricerca: “Beauftragte für Integration”, incaricato per l’integrazione),www.laga-nrw.dewww.bamf.de.

Dati e fatti sulla formazione
In Germania esistono in totale circa 350 professioni riconosciute per le quali è prevista una formazione professionale (**). Di queste, ben oltre 130 sono mestieri artigianali. Il resto è suddiviso nei seguenti rami d’attività: industria e commercio, sanità, agricoltura e uffici e amministrazione. Per permettere a tutti di acquisire in modo ottimale la conoscenza del proprio campo professionale e, più avanti nell’attività pratica, di cavarsela con tutti i tipi di problemi e incombenze, in molti percorsi formativi esistono, dopo il secondo anno di corso, possibilità di differenziazioni integrative.
Come auto-mecatronico, per esempio, dal terzo anno di corso si può scegliere, come materia principale, Tecnica per le autovetture, per i veicoli commerciali, per i motocicli oppure anche Tecnica di comunicazione per automezzi. Condizione è che l’azienda sia in possesso dell’autorizzazione a svolgere attività formativa per il relativo indirizzo prescelto. Su questo punto bisogna far attenzione già al momento della presentazione della domanda!
Il conseguimento di un diploma di formazione nel sistema duale indica che si è perfettamente preparati per affrontare quello che l’inizio di una professione comporta: pratica, know-how tecnico e un certificato riconosciuto.
(** Tutte le professioni del sistema duale:www.berufenet.de; una buona panoramica sulla formazione duale: www.bmbf.de)

Gelatiere/a
Freddo. Più precisamente: gelato. La passione dei gelatieri. I loro talenti: molta creatività, voglia di fare esperimenti, passione e gelato alle carote o alle alghe marine. Della formazione biennale fanno parte, accanto alla produzione individuale di tutti i tipi di gelato, anche la preparazione di soufflé, zuppe, Pan di Spagna e waffel, piatti di pasta, toast e molte altre pietanze della piccola cucina raffinata. La completano il servizio e l’assistenza del cliente, la predisposizione e la programmazione di buffet. La funzione di azienda formativa non è svolta solo da gelaterie o produttori di gelato ma anche le pasticcerie adeguatamente attrezzate hanno la possibilità di offrire il percorso formativo per il diploma di gelatiere.
www.berufenet.de