deit
Home » Varie » Gli smaltitori temono per l’artigianato
Gli smaltitori temono per l’artigianato

Gli smaltitori temono per l’artigianato

Dal punto di vista degli artigiani, le nuove regole della normativa sui rifiuti che derivano da attività commerciali significano soprattutto una cosa: superflua burocrazia.

Dall’inizio di agosto è in vigore il nuovo regolamento sullo smaltimento dei rifiuti commerciali. Sono in particolare i nuovi obblighi di documentazione che creano malumore nelle imprese artigianali. Le aziende, infatti, adesso non devono solo differenziare i rifiuti ma devono anche documentarne la differenziazione.

Nelle loro critiche gli artigiani trovano sostegno da parte della ASA (Arbeitsgemeinschaft Stoffspezifische Abfallbehandlung cioè l’Associazione per la gestione dei rifiuti di materiali specifici). Dai calcoli della portavoce, Johanna Weppel, la documentazione genera un onere notevole. Dopo tutto ne fanno parte, tra l’altro, anche piani di ubicazione, foto, bolle di pesatura e bolle di consegna. In particolare non si capisce la ragione per cui i nuovi obblighi di documentazione debbano valere senza eccezione per tutte le aziende a prescindere dalle loro dimensioni. “Aziende artigianali con tre dipendenti devono perciò documentare lo smaltimento dei rifiuti esattamente al pari di un’impresa con 500 dipendenti”, critica la Weppel.

Le nuove regole comportano ulteriori adempimenti burocratici anche per le imprese di smaltimento perché, per esempio, devono emettere alle aziende artigiane delle bolle di pesatura e di presa in consegna. Questo è un problema che interessa anche le imprese artigiane: “Spesso, i sistemi degli smaltitori sono impostati in modo che le bolle di pesatura e di presa in consegna vengano consegnate solo in copia”, dice. Per le aziende artigiane questo significa che, quando smaltiscono i rifiuti presso una struttura di gestione dei rifiuti, ricevono sempre solo una copia delle bolle. E proprio questo potrebbe, a giudizio della portavoce dell’ASA, creare difficoltà nel caso di controlli.