deit
Home » Varie » Le quote camerali sono legali
Le quote camerali sono legali

Le quote camerali sono legali

L’associazione obbligatoria e il conseguente obbligo di contribuzione alle Camere dell’Artigianato, dell’Industria e del Commercio (diritti camerali) sono compatibili con la Costituzione. Questo ha sentenziato la Corte costituzionale (BVG).

Sentenza pronunciata: il ZDH parla di un successo per il sistema dell’autogestione delle categorie professionali.

L’Associazione centrale dell’Artigianato tedesco (ZDH) valuta positivamente la sentenza. “La Corte costituzionale appoggia con ragione l’affermato e riuscito sistema dell’autogestione delle categorie professionali in Germania”, afferma il Segretario Generale del ZDH Holger Schwannecke. L’iscrizione obbligatoria alle Camere e il loro finanziamento con quote contributive è il fondamento “perché gli interessi di categoria siano regolati non a tavolino bensì dalla pratica per la pratica”. La rappresentanza degli interessi di tutti gli associati contribuisce al successo economico di tutti i membri.

Corte costituzionale: Delibera del 12 luglio 2017, prot. n. 1 BvR 2222/12, 1 BvR 1106/13