Uniteis

Uniteis e.V. è l’Associazione dei Gelatieri Artigianali Italiani in Germania, fondata nel 1969.
Vi aderiscono 1.000 gelatieri artigiani in rappresentanza di 2.200 gelaterie distribuite in tutto il territorio tedesco.
L’Associazione aderisce agli Organismi nazionali ed europei del settore e contribuisce con rappresentanze qualificate alla difesa e tutela del gelato artigianale tradizionale italiano.
Da due decenni gestisce la formazione professionale dei futuri gelatieri in collaborazione con la Regione Veneto, l’Istituto Veneto per il Lavoro e la Handwerkskammer Rhein-Main di Francoforte sul Meno.
Promuove e sottoscrive convenzioni con Enti, Assicurazioni e Istituti di Analisi autorizzati e riconosciuti dalle autorità federali tedesche per agevolare i costi del gelatiere.
Si adopera per la risoluzione dei vari problemi di natura legale, sindacale e sociale dei suoi Associati, in relazione alle Leggi e ai Regolamenti vigenti in Germania e in Europa.Svolge ricerche e studi di mercato sulle recenti forme di distribuzione e organizzazione commerciale, in relazione ai cambiamenti sociali, mutamenti demografici, all’evoluzione delle abitudini dei consumatori e all’evoluzione dei nuovi gusti e delle nuove tendenze.
Cura, tramite l’Ufficio Stampa di Berlino, la promozione del gelato artigianale italiano, della sua qualità e genuinità, collaborando e creando iniziative con TV nazionali, agenzie stampa, giornali e riviste specializzate.
Azioni di promozione sono effettuate periodicamente sia presso il consumatore che presso le agenzie competenti con comunicati, conferenze stampa e News Letter.
Organizza ogni anno una Mostra Fotografica: “La storia dei gelatieri italiani” in collaborazione con Enti e Istituti di Cultura Italiani in Germania, aumentando il prestigio professionale della categoria e migliorando l’immagine del gelatiere artigiano italiano.
Diffonde con orgoglio il Marchio dell’Associazione registrato, messo a disposizione delle gelaterie associate, quale segno distintivo di “Gelateria Italiana Certificata”.