Varie

È permesso ricaricare il cellulare in auto

Se il conducente di un’auto prende in mano il cellulare per ricaricarlo non contravviene al Codice della strada. Lo afferma una recente sentenza.

Il caso. Un guidatore aveva tolto dal portaoggetti anteriore della sua automobile il suo telefono cellulare, che era collegato al dispositivo vivavoce, per fissarlo all’apposito strumento nella console centrale per ricaricarlo. Due poliziotti avevano notato l’uomo e l’avevano fermato accusandolo di infrazione al Codice della strada (StVO § 23 comma 1a).
L’autista non intese accettare questa accusa e intentò, quindi, causa presso la pretura di Landstuhl.

La sentenza. I giudici ascoltarono prima gli agenti di polizia come testimoni. Questi poterono solo riferirsi alla loro annotazione scritta nella quale si dichiarava che l’uomo aveva tenuto il cellulare con la mano destra e ne aveva fatto uso. Con quale scopo questi aveva usato il suo telefonino, non erano più in grado di dirlo.
Il conducente dell’auto dichiarò che il suo cellulare era collegato al dispositivo vivavoce. Il fatto di averlo tolto dal cruscotto e infilato nell’opportuna presa per la ricarica non rappresenta, a parere dei giudici, un uso del telefono mobile ai sensi del § 23 comma 1a del Codice della strada (StVO).

Conclusione. I conducenti di automobili possono dunque prendere in mano il cellulare mentre guidano per ricaricarlo. Con ciò non commettono reato.

Pretura di Landstuhl: Sentenza del 6 febbraio 2017, prot. n. 2 OWi 4286 Js 12961/16

Articoli correlati