Alimenti

Probiotici: batteri che rendono sani

YogurtSempre più numerose sono le persone che fanno uso regolare di latticini ai quali sono stati aggiunti batteri probiotici. Ma che cosa fanno effettivamente questi batteri lattici che si trovano anche nei crauti e nel pane lievitato con pasta acida?

Le proprietà salutari dei batteri probiotici sono note da molto tempo. Si sa che bloccano i batteri patogeni nell’intestino, vi rilasciano sostanze antimicrobiche e possono, così, evitare o lenire per esempio attacchi di dissenteria. Oltre a ciò, abbassano la concentrazione di sostanze tossiche o cancerogene. Anche le difese immunitarie del corpo aumentano. Per questo motivo i probiotici – a seconda del tipo di batterio – possono addirittura essere coadiuvanti nella cura del raffreddore.
Nelle ultime settimane di gravidanza e durante l’allattamento i probiotici – come ha dimostrato uno studio finlandese – possono contribuire a ridurre sensibilmente il rischio di neurodermatite o di allergie dei neonati. Confortati da questi risultati, i ricercatori continuano ad intensificare il loro lavoro. Medici e genitori sperano di poter contare presto su consigli precisi. Fino allora si dovrebbe, per cominciare, servirsi della seguente informazione: i cosiddetti prebiotici (= fibre alimentari non assimilabili che entrano nell’intestino praticamente senza essere state digerite) accrescono l’effetto dei probiotici, soprattutto dei batteri bifidus e lactobacillo. Fate, quindi, attenzione che gli alimenti probiotici contengano possibilmente anche prebiotici sotto forma di inulina o di oligofruttosio. Arricchite, poi, la vostra dieta con latte, insalata belga, asparagi, gelato allo yogurt: anche questi alimenti contengono prebiotici in piccole quantità.

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Close