Alimenti

Coloranti E102 – E104 – E110 – E122 – E124 – E129

ColorantiSono questi i coloranti artificiali che dal 20 luglio 2010 sarà obbligatorio segnalare con una particolare dicitura In Germania (analogamente al Diritto UE in materia di derrate alimentari) un additivo può essere utilizzato solo se: non comporta rischi per la salute e il suo impiego non trae in inganno il consumatore. I coloranti destinati alle derrate alimentari sono di regola impiegati per compensare le perdite di colore dovute ai processi di lavorazione, per rinforzare i colori naturali dei cibi e per colorare prodotti altrimenti incolori come per esempio caramelle e gomme. Il loro utilizzo non è tuttavia accettabile per mascherare o nascondere la qualità inferiore delle derrate alimentari. Nel dicembre 2008 il Parlamento Europeo si è pronunciato per un miglioramento dell’etichettatura dei coloranti. A partire dal 20 luglio 2010 gli alimenti contenenti i coloranti E 102, E 104, E 110, E 122, E 124 ed E 129, dovranno recare, accanto alla denominazione (E), anche la scritta “può influire negativamente sull’attività e l’attenzione dei bambini” (“Kann die Aktivität und Aufmerksamkeit bei Kindern beeinträchtigen”). Rammentiamo che gli additivi in questione avevano fatto parlare molto di sé nel 2007 a causa della pubblicazione di uno studio inglese, nel quale si sosteneva l’esistenza di un nesso tra i coloranti artificiali e l’iperattività dei bambini. L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha poi tuttavia relativizzato le conclusioni dello studio e avviato una nuova valutazione scientifica di tutti i coloranti artificiali. I risultati di tale valutazione hanno portato a queste conseguenze.

Articoli correlati