Editoriale

LA SALUTE DEL CONSUMATORE INNANZITUTTO!

Care colleghe, Cari colleghi,

una nuova stagione è appena iniziata. Quest’anno ci sono da parte dei Soci molti timori e molte preoccupazioni per la nuova Legge sul salario minimo (Mindestlohngesetz) e il nuovo Regolamento sugli Allergeni.

Stiamo vivendo momenti di grandi cambiamenti che toccano proprio il nostro lavoro. Se in passato siamo stai in grado di tenerci certi “segreti”, oggi la trasparenza verso il consumatore e le istituzioni obbliga i gelatieri a mettere le carte in tavola e dare un’informazione completa sul prodotto e sul nostro lavoro.

Tengo a precisare che questi obblighi sugli allergeni non riguardano solamente i gelatieri in Germania, ma tutto il mondo alimentare europeo. Come l’individuazione dei punti critici nella produzione onde ridurre contaminazioni di tipo batteriologico (HACCP), l’obbligo della dichiarazione di eventuali additivi presenti (Zusatzstoffe), anche l’obbligo di dichiarare eventuali allergeni (Allergenen) presenti nel prodotto, fanno parte di un progetto europeo che ha per scopo la tutela del consumatore.

Va da sé che se un consumatore si sente tutelato dall’azienda che lo fornisce, diventerà un cliente affezionato che forse porterà anche altri clienti nelle nostre gelaterie.

Quindi mi appello alla vostra serietà di artigiani che conoscono il proprio lavoro e vogliono rapportarsi con il proprio cliente in maniera trasparente avendo a cuore in primis la loro salute e non vedere questi obblighi come una seccatura ma, appunto come un modo per proporsi in maniera responsabile e competente. Da quest’anno è stato introdotto anche il salario minimo che un lavoratore deve percepire dall’azienda in cui lavora.

Il salario minimo non riguarda solamente il nostro mestiere, ma qualsiasi attività tedesca.
Il nostro accordo salariale prevede una retribuzione leggermente superiore; durante le trattative con il Sindacato NGG, ci siamo accordati sulla base del tariffario DEHOGA di Berlino che è tra i più bassi della Germania. Oltre all’obbligo di rispettare questi parametri, dobbiamo tenere una documentazione sull’effettivo orario di lavoro svolto dei nostri collaboratori, pena multe molto onerose.

La raccomandazione è di non sottovalutare questi obblighi; in caso di controlli bisogna assolutamente essere in grado di esibire la documentazione onde evitare sanzioni di carattere pecuniario e amministrativo.

Sono ben consapevole che tutti questi obblighi tolgono spazio al nostro lavoro di artigiano creativo che preferirebbe dedicarsi solo alla produzione e alla vendita del gelato. Compilare fogli di carta è forse la mansione che il gelatiere meno predilige; cerchiamo nostro malgrado di far sapere all’esterno che questo lavoro “in più” serve affinché i nostri clienti e collaboratori siano tutelati in maniera ottimale.

Il patrimonio delle nostre aziende non sono i macchinari o i frigoriferi, sono un cliente soddisfatto ed un collaboratore contento di appartenere alla nostra azienda.

Con questo spirito andiamo a cominciare anche questa nuova stagione, che speriamo ci porti oltre alle tante preoccupazioni anche molte soddisfazioni.

Augurandovi tanta salute
Dario Olivier

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Close