Editoriale

Un anno impegnativo

Gentili socie, Cari soci,

anche il 2015 sta per finire e, come consuetudine, si fa mente locale su quanto l’anno ci ha portato e sugli avvenimenti che si sono succeduti. L’inizio è stato molto ricco di quesiti riguardanti l’obbligo di documentazione dell’orario di lavoro dei collaboratori che ha portato la segreteria sull’orlo del collasso per la difficoltà a dover rispondere ad un numero impressionante di richieste da parte dei soci che volevano avere dei chiarimenti. Da queste righe il mio personale ringraziamento a chi da anni risponde ad una varietà di domande in modo qualificato e competente cercando soluzioni a problemi di varia natura.

La normativa sugli allergeni, che preoccupa la categoria, non ha portato particolari problemi e questo grazie a voi, cari associati, che avete saputo gestire una problematica individuale in quanto ogni gelatiere lavora a suo modo impiegando di materie prime diverse da altri colleghi. La raccomandazione è di continuare a documentare, assieme alla dichiarazione degli eventuali additivi e al sistema HACCP, tutte le novità aggiuntesi quest’anno come obbligo di documentazione.

Aspettiamoci ogni giorno di avere dei controlli e facciamoci trovare con tutta la documentazione a posto! Verso metà anno ci siamo dovuti confrontare con il fisco italiano, che ha dato la possibilità attraverso una collaborazione volontaria, di far rientrare i capitali che erano stati portati all’estero, pagando una piccola sanzione e senza conseguenze penali. Il dubbio era se noi avessimo dovuto dichiarare eventuali beni o redditi conseguiti in Germania. Su incarico di Uniteis e.V., lo studio Donà Viscardini ha analizzato la problematica e ha suggerito dei modi di comportamento per ogni situazione familiare; per molti Associati sono state informazioni molto preziose. Per questo lavoro ringrazio lo studio legale anche da parte di tutti i soci che hanno avuto un chiarimento e hanno espresso gratitudine attraverso numerose telefonate giunte in segreteria. I continui controlli fiscali subiti dalla categoria hanno portato ad iniziare un percorso informativo con i produttori di registratori di cassa tedeschi attraverso la loro associazione. Avendo anche loro problematiche derivanti dall’uso dei registratori, da tempo cercano di trovare delle soluzioni colloquiando con le varie sedi regionali della finanza, proponendo accordi che dovrebbero risolvere il problema dei continui controlli.

A questo proposito la cosa più elementare da fare è la compilazione del “Bericht” serale che va assolutamente scritto ogni sera con un criterio ben preciso. Vi prego di consultare l’area riservata del nostro sito e scaricarvi il modulo che vi permette di fare la registrazione degli incassi in maniera giusta, cioè quella riconosciuta dalla finanza.

Riguardo all’associazione, abbiamo istituito una società di servizi denominata Uniteis Service GmbH che aiuta a gestire l’aspetto finanziario e ci permetterà di allargare i servizi all’associato. E’ stato un passo importante che consentirà di sviluppare nuovi progetti in maniera snella ed efficiente. Saremo costretti, se vogliamo rappresentare il mestiere di gelatiere, ad aprirci ad altre nazionalità.

Il pensiero attuale è conservare UNITEIS e.V. così com’è e creare una “Innung” nazionale dove ospitare colleghi non italiani. Saremmo introdotti nel sistema artigianale tedesco in modo ottimale con un’accettazione totale. Il prossimo sarà l’ultimo anno di questa presidenza e questo consiglio direttivo e voi sarete chiamati ad esprimere il vostro parere sulla nuova dirigenza dell’associazione.

Ringraziando tutti voi per la fiducia accordataci in questi tre anni, ci accingiamo a concludere il nostro mandato, portando a termine quanto iniziato e mettere le basi per nuovi progetti. Vi aspetto numerosi al pellegrinaggio a Lourdes che sicuramente ci aiuterà ad affrontare la vita in modo positivo apprezzando ciò che abbiamo e che tanti spesso non hanno.

Un sereno Natale a tutti voi,

Dario Olivier

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Close