Editoriale

QUESTIONE DI RUOLI

Gentili Colleghe, Cari Colleghi,

in un’azienda moderna, pur piccola che possa essere, l’organizzazione è alla base di un buon funzionamento dell’azienda stessa.

Nelle nostre botteghe in un tempo non molto lontano l’elemento maschile si occupava della produzione e della gestione in generale, mentre la moglie aveva compiti organizzativi con molteplici attività.

I collaboratori eseguivano più o meno fedelmente quanto i titolari decidevano.

Ai giorni nostri, dove il lavoro soprattutto cartaceo si è moltiplicato, è opportuno impegnare ogni collaboratore dell’azienda in modo diretto con delle deleghe per ogni relativo settore.

Se un addetto alla produzione segue, oltre a produrre, anche, ad esempio la documentazione del sistema HACCP per il reparto produzione e viene delegato per questo, si avrà un collaboratore responsabile del proprio lavoro e, nel caso accadesse qualche problema, l’azienda ha un interlocutore preparato a dare delle precise risposte. Lo stesso vale per i reparti gelateria, caffetteria, sala, ecc.

Imparare a delegare non significa perdere autorità, ma alleggerirsi di impegni che comportano un dispendio di energie e tempo che possiamo impiegare in altre attività. Non si deve sottovalutare il fatto, che un collaboratore inserito nei vari processi e impegnato in un preciso ruolo, si sente importante all’interno dell’azienda e sarà nel proprio interesse dimostrare quanto vale per essere sempre più valorizzato.

La crescita sarà sia del collaboratore, sia dell’azienda che si presenterà in questo modo meglio organizzata e sempre aggiornata.

Tutto questo con un po’ di impegno da parte di tutti e un po’ di organizzazione renderà molto più semplice la gestione della gelateria e il nostro lavoro.

Avere una bottega che “gira” anche senza il titolare presente, renderà il lavoro di tutti più semplice e le soddisfazioni saranno condivise da tutti.

Una buona estate,
Dario Olivier

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Close