Eventi

Palazzo Balbi: il gelato artigianale con le De.Co. al Punto Stampa per gli auguri della Regione Veneto

“La nostra presenza alla festa degli auguri della Giunta – per il Presidente di Longarone Fiere, Gian Angelo Bellati – è quest’anno particolarmente significativa ed è un’ulteriore dimostrazione di quanto la Regione del Veneto sia vicina alle genti di montagna che sono state colpite dalla tragedia e le cui conseguenze sono ancora oggi visibili. Essere qui con la Regione per gli auguri di Natale vuole essere anche un auspicio per la rinascita della montagna, dei sui boschi e delle comunità che le abitano”.

E sicuramente Longarone Fiere Dolomiti da sempre esprime un rapporto particolare con il territorio e le sue genti, dimostrandolo nelle numerose fiere ed iniziative che la vedono impegnata durante tutto l’anno. In particolare in questa occasione, ci spiega il Presidente onorario della MIG, Fausto Bortolot, ha voluto sottolineare l’importanza delle “Gelaterie del Territorio, un movimento che vede la presenza di oltre 200 gelaterie le quali, oltre a tanti gusti classici, presentano dei gelati realizzati con prodotti ed ingredienti caratteristici della loro regione. L’iniziativa, ispirata nel 2013 proprio alla MIG, intende anche dare concreto risalto al fatto che il gelato artigianale – come ha evidenziato il Parlamento europeo nell’istituire le “Giornata europea del Gelato Artigianale” – rappresenta un’eccellenza in termini di qualità e sicurezza alimentare, che valorizza i prodotti agro-alimentari di ogni singolo Stato membro. Tutto ciò apre per il settore del gelato artigianale una gamma di molteplici opportunità ed inserisce il comparto in una rete di relazioni e di scambi per arrivare ad agire dentro un territorio, in forma ancor più attiva e propositiva. Uno dei punti di forza del progetto vuole, dunque, sottolineare come il comparto della gelateria, rivesta un ruolo economico significativo quale sbocco di mercato per i prodotti tipici dell’agricoltura che i gelatieri artigiani sono in grado di valorizzare e trasformare con capacità, creano un gelato con caratteristiche di unicità e irripetibilità sia per il sapore sia per i valori che esprime. Per questo oggi abbiamo portato alla sensibilità de vostri palati:

  • Il Gelato del Governatore: al fico moro, una ricetta di Luca Zaia interpretata dai Maestri gelatieri della MIG.
  • Il Gelato delle Dolomiti: presentato a MIG 2018, è un gelato alla crema “sbatudin” (detta anche zabaione) ricoperta da frutti di bosco.
  • Il Gelato Tiramisù, che sarà per il 2019 in tutta Europa il gusto ufficiale di Artglace per la Giornata Europea del Gelato Artigianale (24 marzo): toccava all’Italia questa volta decidere e ha deciso il gusto Tiramisù. A prepararlo e a servircelo è Thomas Infanti, gelatiere ventunenne di Selvazzano Dentro (PD) e vincitore del concorso tenutosi domenica 2 dicembre alla MIG (inaugurata lo stesso giorno da Zaia) la Gelato Tiramisù Italian Cup (con 12 concorrenti selezionati tra i migliori d’Italia e provenienti da tutto lo Stivale).
  • Il Sorbetto al Prosecco (senza latte quindi): un’altra straordinaria eccellenza conosciuta in tutto il mondo e rappresentativa del Made in Veneto / Made in Italy.
  • Il Gelato Rosso Tiziano – dedicato al grande pittore cadorino, come i tanti gelatieri che hanno fatto conoscere e apprezzare il gelato artigianale di scuola italiana in tutto il mondo.
  • Gelato al Torroncino di Cologna Veneta”.

Palazzo Balbi: il gelato artigianale con le De.Co. al Punto Stampa per gli auguri della Regione VenetoAnche Dario Olivier, Presidente di Uniteis, l’Unione dei Gelatieri Italiani in Germania, ci tiene a sottolineare che “senza dubbio possiamo considerare i gelatieri che hanno portato l’arte del Dolce Freddo in tutto il mondo degli ambasciatori straordinari del territorio, avendolo saputo promuovere sempre con il cuore, mai dimentichi del profondo legame con la terra natia”.

Da loro infatti, partiti dalle terre martoriate oggi della Val di Zoldo e del Cadore, era nata nel lontano 1959 la MIG – Mostra Internazionale del Gelato e proprio il prossimo anno (1-4 dicembre 2019) si celebrerà il suo sessantennale che per il Presidente di Longarone Fiere Bellati “sarà una festa incredibile con tanti eventi collaterali e con ulteriori espositori esteri che arriveranno dall’Europa e non solo. Sempre più internazionale quindi, ma sempre legata al territorio, alle sue tradizioni e aperta anche alle collaborazioni on altre fiere, oltre che con le principali Istituzioni”.

Non poteva mancare in merito il commento del Presidente della MIG, Fausto Bortolot, che fa sapere come “siamo già partiti con pianificazione e già da gennaio avremo i primi incontri organizzativi per una straordinaria road map che ci porterà dal primo al quattro di dicembre a Longarone passando prima per numerosi interventi e momenti molto speciali in tutta Europa e oltre. Sarà una sessantesima MIG memorabile!”.

Longarone, 21 dicembre 2018

Articoli correlati