MIG: Gelato news

Il gelato artigianale conquista il parlamento europeo

Mig 50 anniIl gelato made in Italy conquista il Parlamento europeo. Pere e grana padano, ricotta vin santo e fichi, mascarpone, pan di spagna, noci, caramello, caffè, cioccolato fondente, mandorle, rhum. Sono solo alcuni dei gusti di gelato rigorosamente artigianale che hanno deliziato il palato di deputati e funzionari del Parlamento europeo. 180 kg di

gelato di qualità, pari a oltre duemila coppette distribuite, sono stati i protagonisti ieri a Bruxelles della 2. “Giornata europea del Gelato artigianale”, promossa da Artglace, la Confederazione delle associazioni dei gelatieri artigiani della Comunità europea, insieme a Longarone Fiere, organizzatrice della storica MIG – Mostra internazionale del gelato, che lo scorso novembre ha celebrato la 50. edizione.

Determinante il sostegno dell’on. venetoGiancarlo Scottà, membro della Commission e per l’agricoltura e lo sviluppo rurale. Cinquanta gelatieri provenienti da Longarone (Belluno), Abano Terme (Padova), Caorle (Venezia), Lignano

Sabbiadoro (Udine), da Capri, Salerno, Amalfi, Firenze, Lisbona, Alicante, Vienna, Mechelen e diverse parti della Germania, hanno animato il gustoso evento, allestendo per tre ore davanti alla mensa del Parlamento europeo una vera e propria gelateria artigianale, in collaborazione con i Maestri della gelateria

italiana, in un trionfo di sapori che hanno voluto essere un omaggio ai Paesi membri, dal Turron de Jijona con mandorle e miele, al Savarin de Paris con farina di grano tenero uova e rhum, dal Cantuccino tedesco alla Stracciatella orange.

Intervenuti alla Giornata il presidente di Artglace, Ferdinando BuonocorePaolo De Castro presidente della Commissione agricoltura e politiche alimentari dell’UE, già ministro delle politiche agricole, gli on.Fiorello Provera e Niccolò Rinaldi. Alla degustazione hanno preso parte molti politici, tra i quali Luigi De Magistris, Sergio Cofferati, Mario Borghezio.

Genuinità, valorizzazione della qualità, tutela delle tradizioni alimentari: questi gli aspetti messi in evidenza dalla Giornata che, nel cuore dell’Unione europea, ha ribadito, nelle parole del presidente Buonocore, la necessità che normative e regolamenti delle politiche agroalimentari rispecchino sia le aspettative dei gelatieri artigiani, sia le esigenze nutrizionali dei consumatori. Chiesti un riconoscimento ufficiale del gelato artigianale come prodotto di qualità, naturale ed equilibrato, e l’istituzionalizzazione della Giornata europea come momento di incontro e confronto.

“Il gelato è riuscito a rimanere in quota dal punto di vista economico-produttivo: nonostante il periodo di generalizzata crisi il settore è andato consolidandosi. La tradizione e la professionalità dei nostri maestri gelatieri – commenta Giovanni De Lorenzi, presidente di Longarone Fiere e della Mostra internazionale del gelato – hanno accompagnato la crescita della Mig: all’ultima edizione hanno partecipato 27 mila operatori provenienti da oltre 40 Paesi. La capitale internazionale del gelato è a Nord Est: delle 50 mila gelaterie presenti nel mondo, 10 mila sono gestite da veneti, friulani e trentini, in loco e nelle regioni del Nord Europa”. Presente all’evento di Bruxelles anche una delegazione composta dai sindaci di Longarone Roberto Padrin, di Zoppè di Cadore Renzo Bortolot, di Zoldo Alto Roberto Molin Pradel, rappresentanti di categorie economiche e associazioni del settore.

Longarone, 25 marzo 2010

Articoli correlati