Normative

Calcolazione fiscale

Calcolazione fiscaleLa calcolazione è un sistema adottato da parecchi Finanzämter tedeschi per avere un resoconto preciso sull’effettivo impiego delle materie prime acquistate e calcolare il reddito proprio in base alla quantità degli articoli che sono stati prodotti e commercializzati.
Essa si basa su dati “oggettivi” (incasso dichiarato, quantitativi di merce acquistata, prezzi di vendita etc.) e su altri dati che possiamo chiamare “soggettivi” (vendita media giornaliera di ogni singolo prodotto, fabbisogno privato, peso di ogni singola pallina, ricette di produzione etc.), che solo il gelatiere conosce.
Alcuni dati vengono individuati dalla dichiarazione annuale del reddito (bilancio), altri dalle fatture dove sono riportate tutte le merci acquistate nel corso dell’anno, altri ancora dal listino prezzi in uso negli anni sottoposti a controllo.
I dati “soggettivi” invece vengono forniti dal contribuente stesso, che in genere fornisce questi dati in maniera inconsapevole, cioè rispondendo a delle domande poste a voce dal Betriebsprüfer o mediante un questionario prestampato.
Praticamente tutti i dati che “non sono reperibili” dalla contabilità vengono forniti dal contribuente durante il colloquio con il finanziere.
Tutti questi dati vengono poi elaborati tramite un sistema operativo (excel), che calcola gli incassi in base agli acquisti delle merci.
La finanza utilizza successivamente questi calcoli come base di confronto per la determinazione del reddito presunto.
La difficoltà nel difendersi dalla calcolazione sta proprio nel fatto che, a volte, i dati, i numeri, i pesi, le ricette, che il gelatiere stesso fornisce al controllore per fare la calcolazione, vanno a determinare un reddito molto superiore a quanto era stato precedentemente dichiarato nei bilanci relativi agli anni che vengono esaminati.
È necessario pertanto, prima di rispondere alle domande dei finanzieri, sapere come i dati da noi forniti vengono usati nella calcolazione e quali possono essere le conseguenze di una risposta data in maniera affrettata o non adeguatamente ponderata.
Generalmente i commercialisti tedeschi non sono preparati a fornire ai gelatieri un’assistenza qualificata in grado di contrastare le stime (molto spesso sbagliate) che vengono fatte dalla finanza, per questo consigliamo ai nostri Soci di partecipare almeno ad un corso sulla calcolazione e sui metodi di controllo, che ogni anno viene organizzato da Uniteis e.V.La calcolazione è un sistema adottato da parecchi Finanzämter tedeschi per avere un resoconto preciso sull’effettivo impiego delle materie prime acquistate e calcolare il reddito proprio in base alla quantità degli articoli che sono stati prodotti e commercializzati.
Essa si basa su dati “oggettivi” (incasso dichiarato, quantitativi di merce acquistata, prezzi di vendita etc.) e su altri dati che possiamo chiamare “soggettivi” (vendita media giornaliera di ogni singolo prodotto, fabbisogno privato, peso di ogni singola pallina, ricette di produzione etc.), che solo il gelatiere conosce.
Alcuni dati vengono individuati dalla dichiarazione annuale del reddito (bilancio), altri dalle fatture dove sono riportate tutte le merci acquistate nel corso dell’anno, altri ancora dal listino prezzi in uso negli anni sottoposti a controllo.
I dati “soggettivi” invece vengono forniti dal contribuente stesso, che in genere fornisce questi dati in maniera inconsapevole, cioè rispondendo a delle domande poste a voce dal Betriebsprüfer o mediante un questionario prestampato.
Praticamente tutti i dati che “non sono reperibili” dalla contabilità vengono forniti dal contribuente durante il colloquio con il finanziere.
Tutti questi dati vengono poi elaborati tramite un sistema operativo (excel), che calcola gli incassi in base agli acquisti delle merci.
La finanza utilizza successivamente questi calcoli come base di confronto per la determinazione del reddito presunto.
La difficoltà nel difendersi dalla calcolazione sta proprio nel fatto che, a volte, i dati, i numeri, i pesi, le ricette, che il gelatiere stesso fornisce al controllore per fare la calcolazione, vanno a determinare un reddito molto superiore a quanto era stato precedentemente dichiarato nei bilanci relativi agli anni che vengono esaminati.
È necessario pertanto, prima di rispondere alle domande dei finanzieri, sapere come i dati da noi forniti vengono usati nella calcolazione e quali possono essere le conseguenze di una risposta data in maniera affrettata o non adeguatamente ponderata.
Generalmente i commercialisti tedeschi non sono preparati a fornire ai gelatieri un’assistenza qualificata in grado di contrastare le stime (molto spesso sbagliate) che vengono fatte dalla finanza, per questo consigliamo ai nostri Soci di partecipare almeno ad un corso sulla calcolazione e sui metodi di controllo, che ogni anno viene organizzato da Uniteis e.V.

Articoli correlati