Normative

Evitare gli incendi

Vernici o lacche, pneumatici, cavi o materiali isolanti – in caso d’incendio tanti materiali possono creare dei problemi. Ma gli incendi sono pericolosi non solo per la salute delle persone, essi potrebbero anche significare la fine dell’impresa colpita. Perciò è importante considerare i punti seguenti quando si costruiscono nuove gelaterie.

Sono molteplici le cause d’incendio in magazzino. Oltre all’incendio doloso, che ha un ruolo predominante nelle statistiche, spesso la mancata attenzione nel maneggiare il fuoco, fumare, saldare e altri lavori pericolosi sono causa della maggior parte degli incendi. Ciò può, eventualmente, portare a gravi conseguenze per l’impresa. Oltre alle conseguenze letali, nel 40% dei casi d’incendi con gravi danni si arriva all’insolvenza. Esaminando la situazione dopo un anno si nota addirittura un aumento della percentuale delle insolvenze fino al 70%.

Evitare l’incendio doloso
Nessuno vuole ipotizzare il caso increscioso di un incendio doloso in una gelateria artigianale, ma questo non significa che un tale vento non possa accadere. Un incendio doloso può essere causato da bambini che giocano con fiammiferi, da comportamenti psicologici strani, da atti vendicativi, da vandalismo o da furto con scasso. Per minimizzare al massimo il pericolo d’incendio doloso l’impresa deve provvedere a misure di sicurezza. Ne fanno parte una buona illuminazione dell’area dello stabilimento, un impianto antifurto nonché dispositivi di sicurezza su finestre e porte, lucernari, pozzi e aperture simili accessibili a tutti – tanto per citarne alcune. I materiali facilmente infiammabili devono essere immagazzinati in un luogo protetto per rendere più difficile l’accesso. I danni di un incendio possono venir limitati se il magazzino e il laboratorio sono dotati di muri e porte tagliafuoco, di impianti antincendio automatici o sistemi automatici di rilevazione d’incendio. Spesso, gli incendi vengono provocati dall’accumulazione di materiali infiammabili come pallet, materiale d’imballaggio oppure scarti di carta o plastica vicino alle rampe. È necessario quindi che il magazzino sia sempre tenuto in ordine e le vie di fuga siano sempre libere.

Divieto di fumare in magazzino
Anche fumare nel magazzino può essere pericoloso. Anche un mozzicone, buttato via con distrazione, può far scoppiare un incendio. L’unica misura da adottare per evitare problemi è il divieto assoluto di fumare nel magazzino. A tal fine si devono posizionare in modo ben visibile, preferibilmente a tutte le entrate, dei cartelli omologati che indicano il divieto di fumare. Chi vuole proibire ai fumatori di fumare nel magazzino dovrebbe creare delle aree alternative dov’è possibile fumare. Se queste aree sono dotate di portacenere, preferibilmente riempiti di sabbia, il datore di lavoro ha agito nel modo giusto. Infatti, chi mette a disposizione aree per fumatori ben definite che siano una vera e propria alternativa, non induce neanche i suoi collaboratori nella tentazione di fumare di nascosto nel magazzino. Anche lavori di saldatura e stagnatura, così come di molatura, di incollaggio a caldo e altri lavori con sostanze infiammabili, possono causare incendi in magazzino. Spesso i pericoli, che nascono da lavori di riparazione nel magazzino o nell’area dei compressori, vengono sottovalutati sia dal personale proprio sia da quello di ditte esterne. Alcune misure di sicurezza devono essere assolutamente rispettate. Eseguendo lavori di saldatura ad esempio si deve fare attenzione che la zona intorno al posto di lavoro, per almeno tre metri di distanza, sia sgombrata da tutti i materiali infiammabili o, se questo non fosse possibile, tutti i materiali infiammabili abbiano una copertura a prova di fuoco.

Giorgio Cendron

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Close