Uniteis

Prestazioni INPS per il sussidio di disoccupazione

Parlamento europeoCarissimi Soci,
lo Studio Legale Donà Viscardini ci ha comunicato che, a seguito del reclamo presentato presso la Commissione dell’Unione Europea per conto di Uniteis e.V., l’Ufficio Centrale INPS, dopo l’intervento del Presidente della Commissione Europea degli Affari Sociali Jackie Morin presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha emanato un nuovo Messaggio (n. 14726 del 15 luglio 2011) nel quale si precisa che, riguarda al sussidio di disoccupazione, verrà applicato quanto previsto dall’Articolo 65 del Regolamento CE n. 883/2004 anche per i lavoratori stagionali, che svolgono cioè la loro attività in un paese diverso da quello in cui hanno la residenza, come nel caso di molti gelatieri italiani che lavorano in Germania.
A tale proposito si rende noto che, ai sensi dell’Articolo 1, Lettera C, del Regolamento CEE n. 1408/71 per “lavoratore stagionale” si intende colui “che si reca nel territorio di uno Stato Membro diverso da quello in cui risiede per effettuarvi, per conto di un’impresa o di un datore di lavoro di tale stato, un lavoro a carattere stagionale, la cui durata non può superare in alcun caso gli otto mesi”.
Ciò significa che i lavoratori stagionali hanno diritto di ricevere l’indennità di disoccupazione nel loro paese di residenza.
È stata così accolta la tesi sostenuta dallo Studio Legale Donà Viscardini a favore dei lavoratori stagionali. Le pratiche di ricorso, inoltrate in diverse sedi INPS per conto dei dipendenti dei Soci Uniteis e.V., dovrebbero quindi concludersi positivamente, salvo ovviamente, che emergano altre ragioni di rigetto, quali ad esempio dubbi sulla residenza del lavoratore o sul carattere stagionale dell’attività, legate alla singola posizione.
Alcune sedi INPS hanno già provveduto a liquidare il sussidio di disoccupazione dello scorso anno, mentre altre provvederanno, probabilmente nell’arco delle prossime settimane, alla liquidazione a favore dei lavoratori delle indennità di loro spettanza.
Per il futuro, i dipendenti potranno procedere come di consueto, presentando il modello PD U1 – che ha sostituito il modello E 301 – presso i competenti Uffici INPS.
Ancora non siamo in grado di dirvi, se il sussidio verrà dato solo a quanti hanno presentato ricorso oppure in modo indifferente a tutti coloro che hanno presentato la domanda di disoccupazione nell’anno 2010. In ogni caso è solo grazie all’intervento di Uniteis e.V., costato all’Associazione ben 5.950,- Euro, tramite lo Studio Legale Donà Viscardini, se i lavoratori stagionali adesso riceveranno i soldi della disoccupazione.

Giorgio Cendron
Segretario Generale Uniteis e.V.

Seligenstadt, 08.09.2011

Articoli correlati