Varie

Stipendi dei parlamentari in Europa

110326_parlamentariI deputati tedeschi guadagnano attualmente 7.668 euro al mese.

A livello europeo gli stipendi dei parlamentari non sono strutturati in modo uniforme. Tuttavia, al fine di poter confrontare i compensi, la rivista “Der Steuerzahler” si è orientata agli stipendi base. Non sono state considerate eventuali maggiorazioni adottate per i parlamenti con più mandati o funzioni parlamentari speciali come quella di Presidente di gruppo parlamentare o Presidente di commissione. Allo stesso modo, non sono stati considerati neanche i rimborsi spese per ufficio, viaggi, telecomunicazioni ecc., né i finanziamenti dei collaboratori dei deputati.
I top-parlamentari in materia di stipendi sono gli italiani. Ogni deputato percepisce 14.700 euro. Praticamente il doppio di un “Abgeordneter” tedesco. Seguono a distanza i parlamentari olandesi che – includendo le ferie e la gratifica di Natale – raggiungono uno stipendio medio di 7.896 euro e gli irlandesi con uno stipendio di partenza pari a 7.848 euro. Al quinto posto troviamo i deputati del Bundestag con 7.668 euro al mese.
In tutti gli altri Stati europei gli stipendi dei parlamentari risultano in parte nettamente inferiori, soprattutto quelli dell’Europa dell’Est che per questo motivo non vengono neanche presentati nella lista.

Nessuna necessità di riscatto per i tedeschi

Che gli stipendi dei deputati tedeschi siano moderatamente alti diventa ancor più chiaro se si mettono in rapporto al diverso potere d’acquisto dei rispettivi compensi. Il livello dei prezzi in Irlanda è nettamente superiore a quello della Germania, per cui uno stipendio pari a 7.848 euro in Irlanda corrisponde in Germania ad uno stipendio di appena 6.592 euro. Pertanto, in considerazione del potere d’acquisto, i parlamentari tedeschi si collocano addirittura davanti ai colleghi irlandesi. Soltanto gli stipendi italiani e olandesi restano più alti di quelli tedeschi anche in rapporto al potere d’acquisto.
E c’è un altro dato che fa riflettere: in molti Paesi europei i deputati versano contributi per la previdenza sociale. Fatto ragionevole e trasparente. In Germania finora questo si verifica soltanto in alcuni parlamenti regionali, non nel Bundestag (vedi Der Steuerzahler, giugno 2010) dove i contributi per la pensione non vengono pagati dai deputati con gli stipendi ricevuti. Questi, infatti, maturano automaticamente il diritto alla pensione che viene finanziato tramite le entrate fiscali correnti. Al fine di garantire la comparabilità con gli stipendi del Bundestag, l’ammontare degli stipendi citato è al netto di eventuali contributi per la pensione. Un esempio è dato dall’Italia, dove oltre ai 14.700 euro i deputati ottengono ulteriori 1.007 euro da investire nella propria pensione. In Irlanda gli euro in più per i contributi pensionistici sono 501, mentre in Austria 991 e 1.172 in Francia.

 

Stipendio mensile dei deputati
(in Euro)
stipendi ufficiali senza contributo
pensionistico
Italia

15.707

14.700

Austria

8.655

7.664

Irlanda

8.349

7.848

Olanda

7.896

7.896

Germania

7.668

7.668

Danimarca

7.263

7.263

Norvegia

7.201

7.057

Francia

7.065

5.893

Gran Bretagna

6.629

6.098

Belgio

6.496

6.496

Lussemburgo

6.124

5.879

Grecia

5.900

5.900

Svezia

5.720

5.720

Finlandia

5.680

5.555

Portogallo

4.451

4.451

Spagna

 3.127

3.127

Giorgio Cendron

Tratto dalla Rivista Tedesca dei Contribuenti 
Der Steuerzahler

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Close