Varie

Fermento alle casse: scontrini di cassa con sostanze nocive

ScontriniIl test con il quale Greenpeace Magazin aveva dimostrato la presenza delle sostanze chimiche bisfenolo A e bisfenolo S in sette degli otto scontrini di cassa esaminati, ha fatto scalpore. Molti media hanno riferito sulla scoperta delle due sostanze nocive e nella redazione di Greenpeace Magazin è arrivata una valanga di lettere e richieste di lettori interessati, di cassiere preoccupate e di produttori di carta termica coinvolti in questa indagine.

Anche le imprese analizzate hanno reagito: la Deutsche Bahn ha comunicato di essere passata già dal 2009 alla carta priva di bisfenoli. Ora intende verificare come mai nei suoi distributori automatici di biglietti si trovano ancora tracce di bisfenolo S. La catena di supermercati Rewe sta provando il Pergafast 101, un prodotto alternativo che probabilmente è quello impiegato dalla Lidl che risultata essere il migliore nei test effettuati. Un portavoce della Lidl non ha voluto né confermarlo né negarlo.

Il bisfenolo A e il bisfenolo S recano danno alla salute umana. La rivista di Greenpeace (Greenpeace Magazin) ha dichiarato che intende continuare ad analizzare gli scontrini di cassa per fermare l’utilizzo di queste sostanze.

Giorgio Cendron

Articoli correlati