Varie

Siti Web: 67,3 milioni dicono "Un cordiale benvenuto"

WebSe sul vostro sito web, come prima cosa, salutate i vostri clienti con un “cordiale benvenuto”, le probabilità che un cliente vi trovi in Internet sono poche. Infatti, Google elenca attualmente circa 67,3 milioni di pagine web che hanno proprio questo saluto nella posizione più in vista. Dato che, poi, l’utente della rete, e quindi il vostro potenziale cliente, più che leggere “scannerizza” con gli occhi i contenuti, l’esperto di web della casa editrice Schlüterschen Verlagsgesellschaft Marc Hildmann ha smascherato questo cordiale saluto come il primo vero killer della relazione. “Chi visita il vostro sito web, generalmente, vuole sapere per prima cosa in quale settore è finito e che cosa gli può offrire la vostra azienda”: l’esperto di Hannover ha così puntualizzato quello che è principalmente necessario per la Homepage di una presenza in Internet. L’importante è una veste editoriale seria. L’utente, infatti, decide nel giro di pochi attimi se l’azienda gli interessa o no. “Se la prima impressione non va, il cliente è perso.”

Sul posizionamento delle informazioni di contatto è sorta una discussione controversa. L’esperto di Internet Hildemann raccomanda sempre di posizionare le possibilità di contatto già al secondo o terzo punto del menu. In tal modo si focalizza più fortemente il contatto di quello che fanno molti siti web. “Meglio sono posizionate le opportunità di contatto (bottoni), più facile è che il cliente prenda contatto” è la conclusione di questo esperto che offre consulenza alle imprese artigianali su come ottimizzare le loro pagine web.

Indipendentemente dal fatto se le informazioni di contatto saltino all’occhio al primo o al secondo colpo, nel programmare la presenza si deve considerare il fatto che non tutti gli utenti di Internet hanno davanti a sé monitor di uguali dimensioni – soprattutto in un tempo in cui prendono sempre più piede i terminali mobili, come iPhone e company. La regola generale di Hildmann è: il 90% degli utenti deve poter vedere gli elementi importanti di una Website senza doverla far scorrere. Sul sito browersize.googlelabs.com si può fare un test.

Per comparire ben in alto negli elenchi dei motori di ricerca, sono fondamentali i contenuti della pagina stessa. “Scrivete notizie sulla vostra azienda. Più sovente attualizzate la pagina, più spesso sarete visitati da Google”, dice ancora l’esperto della Schlüterschen Verlagsgesellschaft. I testi per la rete devono essere obiettivi, corti e di effetto. E la struttura deve essere sempre la stessa: intestazione (titolo), teaser (cappello riassuntivo), testo. “Non opprimete i vostri lettori con un lessico tecnico”, ha consigliato Hildmann. Uno strumento per verificare la comprensibilità dei testi si trova alla pagina www.leichlesbar.ch.
Inoltre, gli imprenditori dovrebbero utilizzare maggiormente la cosiddetta “meta description” della website. Si tratta di quella parte della pagina che viene evidenziata nell’indice di ricerca di Google & Co. “Pubblicate qui le vostre informazioni di contatto e un paio di parole che attirino l’attenzione sulla vostra azienda. Perché più a buon mercato di così non potete farvi pubblicità”, è stato un altro suggerimento di Hildmann.

Anche lo strumento “Wettbewerb Bester Netzwerker” vi può rivelare in che misura il vostro sito è già buono. Lo trovate alla pagina www.netzwerk.handwerk.com.

Offerta: In collaborazione con le Camere dell’Artigianato tedesche, la Casa Editrice Schlüterschen Verlagsgesellschaft ha avviato un programma di seminari su come presentarsi con successo in Internet.

Giorgio Cendron

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Close