Varie

Iniziativa della ADAC contro le truffe dei tachimetri

Manipolazione salata

La polizia ritiene che, ogni tre automobili usate, una abbia il chilometraggio manipolato, il che produrrebbe, di media, un “incremento di valore” di 3.000,- euro per autovettura. Questo, in Germania, significa approssimativamente un danno di sei miliardi di euro all’anno.

Vittime sono per lo più gli acquirenti privati. Che cosa ci si può fare? La truffa del contachilometri raramente lascia tracce e non è neppure individuabile dal logorio delle gomme dei pedali o dei copri-sedili. Un sospetto deve nascere se i chilometraggi indicati nel libretto dei tagliandi, sui tagliandi di cambio olio, sulle ricevute del TÜV o su simili documenti non corrispondono. Nessuno aiuto può venire dalle banche dati perché lì i chilometraggi registrati non vengono controllati – ragione per cui, tra l’altro, nelle note scritte in piccolo non si dà alcuna garanzia sull’esattezza.
Per questo motivo l’ADAC si sta impegnando, attraverso l’associazione mondiale degli Automobile Club (FIA) perché venga imposta per legge una recente comprova della protezione dalle manipolazioni.

Per informazioni sulla truffa dei tachimetri vedasi il sito: www.adac.de/tacho

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Close