Varie

Windows 10 ti ascolta!

Windows 10 è un compagno curioso. Ti osserva mentre scrivi, ti ascolta quando parli e segue i tuoi passi in rete. A meno che tu non faccia qualcosa. Ecco come fare.

IN BREVE
Una buona offerta: La Microsoft fornisce il suo attuale sistema operativo Windows 10 gratuitamente a tutti gli utenti delle versioni 7 e 8.
Problemino: Il sistema operativo ha numerose funzioni che possono servire allo spionaggio. Leggete qui come fare per disattivarle.

Il miglior Windows di sempre: così la Microsoft esalta il suo nuovo sistema operativo. E, forse, non ha tutti i torti. Windows 10 offre tutta una serie di funzionalità utili. Tanto per cominciare, collega sistematicamente computer e dispositivi mobili con un ambiente di lavoro unitario. In più, il nuovo sistema operativo è disponibile gratuitamente come aggiornamento per gli utenti di Windows 7 o 8.
Ma Windows 10 ha anche un lato negativo. La sede della Renania-Palatinato dell’Associazione di difesa dei consumatori avverte che il software “trasforma il PC in una specie di sistema di microspie”. Queste funzioni di intercettazione vengono automaticamente attivate quando l’utente sceglie la comoda “installazione rapida”. E nelle 39 pagine della normativa sulla privacy la Microsoft si accaparra “diritti molto vasti per raccogliere quello che fate, dite e scrivete per vendere pubblicità più mirata o vendere i vostri dati a terzi” critica l’organizzazione European Digital Rights.

win10

La buona notizia: Windows permette di disattivare, anche a posteriori, in modo abbastanza comodo le funzioni di intercettazione. Nello stesso tempo, però, per gli utenti questo significa anche che, per rimettere dei limiti a Windows, dovranno rinunciare a diverse funzioni utili. Alle impostazioni di protezione dei dati si accede con tre clic: uno sul simbolo Windows nell’angolo sotto a sinistra, poi su Impostazioni e infine su Privacy. Qui si può disattivare tutta una serie di funzioni. Tra queste anche le seguenti “cimici”:

Funzione “Familiarizza con me”: la più grossa microspia di Windows 10 risponde al nome di Cortana. E’ l’assistente personale di ogni utente ed è tanto furba quanto curiosa. Cortana legge la vostra scrittura, può ascoltarvi e comprendervi, può chiacchierare con voi e funziona tanto meglio quanto più sa su di voi. Affinché Cortana impari a conoscervi, ogni parola pronunciata viene inviata al server della Microsoft. “Familiarizza con me”: così lo chiama la Microsoft. Questo richiede una grande fiducia perché i rischi per la privacy sono notevoli.
Per disattivarla: Privacy > Riconoscimento vocale, input penna e digitazione.

Attenzione: anche se la funzione “Familiarizza con me” di Cortana è stata disattivata, la creatura dietro le quinte è ancora attiva, mette in guardia l’associazione dei consumatori. Si può bloccarla completamente con un secondo passo. Per far ciò, digitate Cortana nella casella di ricerca sulla barra delle applicazioni; apparirà il testo “Cortana & Impostazioni di ricerca” che potete aprire con un clic del mouse. Un clic sulla piccola ruota dentata a sinistra, vicino alla finestra di Cortana apre il menu delle impostazioni dell’assistente. Qui potete staccarle la spina.

ID annunci: Windows 10 assegna ad ogni utente di un dispositivo un codice proprio di identificazione per la pubblicità (ID annunci). Sotto questo codice viene memorizzato di quali prodotti vi interessate al computer e quello che andate a vedere sulle pagine di internet. Questi dati possono venir utilizzati da terzi per presentarvi pubblicità personalizzate basate sugli interessi.
Per disattivarlo: Privacy > Generale

Posizione e cronologia delle posizioni: Windows 10 rileva costantemente la posizione dell’utente e la memorizza. Per un desktop stabile la cosa è poco spettacolare; per i dispositivi Windows 10 mobili è invece più interessante. Non sapete all’istante dove vi trovavate il 13 di maggio? Il vostro sistema operativo lo sa – e molte altre applicazioni pure. Competente per questa memoria è la cronologia delle posizioni.
Per disattivarla: Privacy > Posizione

Fotocamera e microfono: Non è solo Cortana che vi può ascoltare: anche altre applicazioni aprono occhi e orecchie se viene loro permesso l’accesso al microfono e alla fotocamera.
Per disattivarle: Privacy > Fotocamera / Microfono

Tutte le suddette funzioni sono attivate automaticamente con l’installazione rapida. E per che cosa la Microsoft usi i dati raccolti, alla fin fine lo sa solo lei. Questo dato di fatto cambia ben poco anche con la campagna di trasparenza con la quale questo gigante del software ha reagito alle critiche sulla sua politica della privacy. Naturalmente alcune funzioni di Windows 10, perché possano funzionare, necessitano di una certa libertà per quanto riguarda la gestione dei dati. Per ottenere il miglior rapporto tra vantaggi e tutela dei dati a ogni utente di Windows 10 viene chiesto di impostare in modo personalizzato i diritti di accesso per tutte le app installate. Non tutte le applicazioni devono e dovrebbero essere in grado di prendere visione del calendario personale o dei contatti oppure addirittura di ricevere i permessi di scrittura per le funzioni.

Gli aggiornamenti (update): trappole per la sicurezza
Per essere sicuri che le impostazioni per la privacy non cambino automaticamente è bene di tanto in tanto verificare le impostazioni. L’ultimo aggiornamento di Windows 10, per esempio, a causa di un errore aveva di punto in bianco ripristinato automaticamente l’ID annunci che era disattivato.

Articoli correlati