Varie

La ZDH è favorevole alla previdenza di vecchiaia obbligatoria

Secondo i programmi del Ministro del Lavoro Heil i lavoratori autonomi dovranno essere obbligati alla previdenza per la vecchiaia

Nel contratto di coalizione del 2018 i Partiti di Governo CDU, CSU e SPD avevano stabilito come uno degli obiettivi “l’inclusione dei lavoratori autonomi nell’assicurazione pensionistica obbligatoria con soluzione opt-out”. Ora il Ministro federale del Lavoro, Hubertus Heil (SPD), ha annunciato in un’intervista al quotidiano “Rheinische Post” che, alla fine del 2019, intende presentare un relativo disegno di legge. Vi sono circa tre milioni di lavoratori autonomi che non sono assicurati per la vecchiaia. In futuro, tutti i lavoratori autonomi dovranno essere o membri di una struttura previdenziale corporativa, o assicurati con il sistema di pensione Rürup oppure iscriversi all’ente di previdenza pensionistica obbligatoria.

L’Associazione centrale dell’Artigianato tedesco (ZDH) sostiene questo progetto. “Questo aiuta a garantire che questa cerchia di persone sia sufficientemente assicurata nella vecchiaia e quindi ad evitare che, in caso di dubbio, all’età della pensione debba sopperire per loro chi paga i contributi o le tasse”, ha dichiarato il segretario generale della ZDH, Holger Schwannecke. Inoltre, bisogna “ridurre la propulsione” a sostituire l’occupazione soggetta all’obbligo di previdenza sociale con attività indipendente solitaria. La ZDH si impegnerà attivamente nella redazione dell’obbligo di previdenza per la vecchiaia. Si dovrà garantire la libertà di scelta tra l’assicurazione privata o statale. Si dovrà anche tener conto sia della situazione particolare degli start-up sia delle forme di previdenza già esistenti. Inoltre, nell’obbligo di previdenza per la vecchiaia dovrà essere assorbita anche la precedente assicurazione pensionistica degli artigiani “al fine di creare pari condizioni di concorrenza nel settore artigianale”.

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Close